Menu

USA: trasferimento punitivo per Mumia nonostante il suo stato di salute

Mentre Abu-Jamal si trova da diversi mesi a fronteggiare uno stato di salute critico che ha rischiato di ucciderlo più volte (vedete il nostro ultimo articolo in proposito http://www.secoursrouge.org/USA-Mumia-Abu-Jamal-a-une-hepatite-C), l’amministrazione penitenziaria di Philadelphia continua a rifiutarsi di trattare la sua epatite C attiva.

Il 7 settembre, mentre Mumia era in infermeria, le guardie hanno imballato tutti i suoi effetti personali, spiegando che Mumia potrebbe essere trasferito a breve. Un atto di rappresaglia a seguito del fatto che gli avvocati del prigioniero hanno attaccato l’amministrazione penitenziaria della giustizia a seguito dei trattamenti inumani per i quali ne sta pagando le spese.

Mumia Abu-Jamal, ex Black Panther è in prigione da 32 anni (di cui 30 nel braccio della morte) a seguito di un processo razzista per la morte di un poliziotto bianco. Nel 2012, un esame del sangue ha mostrato che era affetto da epatite C contratta in carcere che l’amministrazione penitenziaria rifiuta di curare, e nega anche che siano i suoi sostenitori a finanziare il trattamento costoso necessario a salvare la vita di Mumia.

traduzione da Secourse Rouge

da InfoAut

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>