Menu

Guglionesi (CB): Grave Episodio di Violenza razzista

Il giorno 4 novembre un grave fatto ha scosso un tranquillo pomeriggio di una solita domenica anonima di Guglionesi (Cb).

Difatti un cittadino Tunisino di 25 anni di nome Sasshaidin è stato picchiato a sangue nei pressi di una Bar nella centralissima Viale R. Margherita detto “Lungomare” tanto che è stato necessario il trasferimento all’Ospedale di S. Giovanni Rotondo dopo un primo esame della grave situazione nel pronto soccorso dell’ Ospedale di Termoli e le sue condizioni sono gravissime tali da temere per la sua sopravvivenza.

Il ragazzo Tunisino da come si dice con certezza, abbia richiesto dei soldi dovutogli dal proprietario del Bar per dei lavori di raccolta dell’ulivo fatti nei campi di proprietà dello stesso gestore del Bar .

Per tutta risposta al cittadino extracomunitario dopo che gli sono stati mostrati i soldi e a tutto sfregio gli è stato gridato “ i soldi sono qui ma non te li voglio dare”, è stato aggredito e malmenato a calci e pugni dal gestore del Bar tale da ridurlo in fin di vita.

Nessun organo di stampa ha dato notizia immediata di questa cosa di una gravità, violenza e intolleranza inaudita accaduto in un apparente tranquillo paese del Basso Molise e solo oggi qualche giornale Regionale ha riportato la notizia in modo molto approssimativo e in mattinata Primonumero.it Termoli in rete, ha riportato la notizia con un ampio servizio.

Ma la cosa più grave è il silenzio sull’accaduto del servizio pubblico, che solo stamattina nel corso del GR Rai Molise delle ore 7,20 ne ha dato notizia timidamente da studio con poche parole e parlando in modo generico di litigio fra le due persone.

Se la cosa accadeva all’incontrario cioè che il ragazzo Tunisino mandava all’ospedale il cittadino Italiano si sarebbe scatenato sicuramente il finimondo e arrivavano a Guglionesi tutti gli organi di stampa Nazionali e Internazionali e molti si sarebbero scagliati di nuovo contro tutti gli stranieri abitanti in Italia come per il caso di Roma, scatenando rigurgiti razzisti e magari sarebbe servito anche al Governo per inasprire ulteriormente il così detto “ Decreto Sicurezza “ facendosi condizionare ulteriormente dalla Destra Fascista che vuole rendere difficile e impossibile la vita ai cittadini non “Italiani”.

Ho sentito il dovere di scrivere questa missiva in quanto sono rimasto sconvolto e stupefatto da cittadino Guglionesano impegnato da oltre 30 anni nel sindacato e nella politica, quanto sono venuto a conoscenza di questa grave notizia di violenza e intolleranza nei confronti di un cittadino straniero accaduto a Guglionesi dove ci sono da alcuni anni, cittadini Rumeni che non danno fastidio a nessuno, anzi lavorano onestamente, gli uomini in edilizia e in agricoltura e le donne come badanti, utilissimi per la collettività e in particolare per le badanti necessarie per la popolazione anziana che ne fa richiesta in quanto non potendo essere per ovvie ragioni accuditi dai familiari rimarrebbero sole e senza assistenza.

Queste cose non devono più accadere in un comunità dimezzata dall’ emigrazione a cavallo degli anni 50/60 e che la quasi totalità delle persone residenti di una certa età, chi per più tempo, chi per meno tempo, hanno subìto l’umiliazione dell’emigrazione in Germania, Svizzera, Francia, Belgio e Americhe per cui più di altri dobbiamo essere tolleranti verso i “Diversi” affinché ci sia sempre più integrazione e accoglienza per i lavoratori stranieri utilissimi per la collettività.

Guglionesi, 07/11/2007

SISTO Pasquale
Sindacalista della CGIL di TERMOLI

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>