Menu

Bambini migranti detenuti negli Stati Uniti

A due mesi dal suo insediamento, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha tenuto la sua prima conferenza stampa e uno dei punti su cui è stato più sollecitato dai giornalisti è stata la situazione migratoria al confine tra Messico e Stati Uniti, in particolare per quanto riguarda i minorenni. Infatti un numero crescente di migranti irregolari, compresi molti minori non accompagnati, sono detenuti dalla polizia statunitense al confine in condizioni inumane, in contrasto con quanto promesso dal nuovo presidente.

Biden ha detto che l’aumento degli arrivi al confine avviene ogni anno in questa stagione e che la maggior parte delle persone è rimandata indietro in Messico in base al titolo 42, la legge che permette espulsioni immediate per via della pandemia di covid-19. Mentre i minori sono lasciati entrare, secondo le nuove regole, anche se non ci sono abbastanza posti nel sistema di accoglienza, che il presidente si è impegnato ad allargare.

Il 22 marzo un parlamentare texano, il democratico Henry Cuellar, ha pubblicato le prime foto dell’era Biden dei campi di detenzione per minori. Le immagini, scattate in un centro di detenzione di Donna, in Texas, in cui sono rinchiuse mille persone mostra i minori che dormono su dei materassi per terra, in una condizione di sovraffollamento e senza distanziamento sociale. Secondo attivisti e avvocati, la situazione nei centri sta peggiorando per via dell’aumento dei migranti che stanno arrivando nel paese. Secondo il New York Times, è triplicato il numero dei minori detenuti nelle ultime due settimane al confine con il Messico.

Ai giornalisti non è concesso accedere alle strutture detentive, nonostante Biden abbia promesso il contrario al momento del suo insediamento. Al 21 marzo almeno cinquemila bambini sono stati trattenuti per più di 72 ore nei centri di detenzione, il limite legale dopo il quale avrebbero dovuto essere trasferiti dalle prigioni ai centri di accoglienza. Ma secondo le autorità a causa delle restrizioni per la pandemia i centri di accoglienza hanno raggiunto il limite di posti disponibili.

C’è un picco di arrivi di migrati negli Stati Uniti, ma la maggior parte di loro sono adulti e famiglie che sono rimandati indietro in Messico appena sono individuati dalla polizia di frontiera, invece i minori non accompagnati sono presi in custodia dalla polizia e portati nei centri di detenzione. Quando è diventato presidente Biden ha deciso infatti di espellere in base al titolo 42 solo agli adulti e non i minori.

Annalisa Camilli – giornalista Internazionale

 

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>