Menu
maya

Questa mattina presto la Digos si è presentata nella casa in cui Maya vive per sequestrare degli oggetti peronali a proposito della vicenda cominciata lo scorso giugno. Tutti ci ricordiamo più o meno com’era andata: una sera mentre Maya tornava a casa, assiste a un controllo di polizia su...

Read More
Tunisian special forces attend an official ceremony inside the barracks of the presidential security service in Gammarth, a suburb of Tunis, on November 24, 2016, paying tribute to 12 presidential security guards killed in a suicide blast a year ago.
The Islamic State group claimed the attack as well as bombings earlier the same year at the Bardo National Museum in Tunis and a beach resort in Sousse that killed 59 foreign tourists and a Tunisian guard. / AFP PHOTO / FETHI BELAID

Come è ormai consuetudine, ogni nuovo attentato diventa il pretesto per un nuovo giro di vite securitario. Lo stato d’emergenza e la legge anti-terrorismo ne costituiscono sicuramente il quadro generale. L’assassinio, il 1° novembre,  di un graduato della polizia, il comandante Riadh Barrouta per mano di un presunto membro...

Read More